sabato 13 febbraio 2016

Possibili azioni da intraprendere di fronte a progetti gender

Le azioni che il singolo genitori può intraprendere al prospettarsi di progetti gender dipendono dal clima nella scuola e dai suoi rapporti con insegnanti e genitori della classe.
E' sempre portante conoscere, farsi conoscere e stare in armonia.

Evitare di farsi etichettare come estremisti o fondamentalisti con affermazioni drastiche o radicali che poi hanno l'effetto di farci restare isolati.
E' importante ottenere consensi da più genitori possibile, chiedendo informazioni ingenuamente e sondando le reazioni.
La maggioranza dei genitori è moderata e benevola, se correttamente informata.
Anche altri insegnanti possono essere di aiuto, se conosciuti.
Mandare in prima linea altri genitori e insegnanti e possibilmente rappresentanti dei genitori.


* Azioni standard*

Da parte anche di un solo genitore oppure di un gruppo di genitori, in prima persona o tramite i rappresentanti

1. Cercare di fermare gli insegnanti proponenti, difficile se è in un POF e quindi approvato a livello di consiglio

2. Il grado successivo è il consiglio di istituto, nel quale sono presenti genitori e insegnanti, ci si può appoggiare agli uni o agli altri

3. Se il preside o un vice o un fiduciario è sensibile si può sollecitare il suo intervento

4. Assentarsi da scuola in massa in occasione dell'evento. Valutare se palesare la motivazione può avere un effetto positivo.


* Azioni bellicose *

1. Raccolta firme da indirizzare al preside o al consiglio di istituto (che è sempre presieduto da un genitore) e per conoscenza al provveditore chiedendo una risposta. Usare un testo esplicito e chiaro, non attaccabile o ideologizzato. L'importante è stigmatizzare l'evento e la priorità educativa dei genitori.

2. Il Comitato genitori locale tramite suo portavoce può scrivere al preside o al presidente del consiglio di istituto

3. Mandare un articolo su giornale a nome del Comitato o di un gruppo di genitori della scuola, citando alcuni passaggi piccanti dello spettacolo

Il vantaggio di ricorrere al Comitato (che scrive a nome di genitori dell'istituto che vogliono evitare ritorsioni) è garantire l'anonimato

Nessun commento:

Posta un commento